7 giugno 2013

PULIZIA DEL VISO : IL LIMONE CONTRO LA PELLE GRASSA...

Da premettere che io odio il limone,ma quando ho sentito che avrebbe funzionato contro la pelle grassa e i punti neri..allora anche contro voglia ho deciso che valeva la pena provare... in fondo come dice un vecchio detto napoletano..< chi bell vo apparì nu poc add' suffrì> 
Mentre vi scrivo ho applicato la mia maschera al limone,in questo caso ho comprato quelle bustine mono uso.. o come questa da tre dosi.. la mia l'ho comprata alla coin si chiama IROHA-radical day è un prodotto made in Barcellona,nelle spiegazioni dice che rimuove le impurità e le cellule morte donando freschezza e niente effetto lucido! (è quello che volevo) 
Dice di tenerla per 15-20 minuti nel mio caso la tengo 20 minuti avendo io la pelle molto grassa..
Il limone è un valido rimedio contro i brufoli perché la superficie della pelle è da considerarsi sana quando ha la tendenza ad essere equilibratamente acida, cioè quando il suo pH è in altre parole compreso tra i valori 4 e 5 di acidità, dal momento che un abbassamento di questa soglia renderebbe la cute molto più predisposta al proliferare dei batteri, alcuni dei quali sono necessari alla pelle in quanto rappresentano una parte integrante del naturale processo di depurazione, e questo in virtù della loro importante funzioni di assorbimento del sebo in eccesso, assorbimento che ha sua volta impedisce l’insorgere di quelle reazioni immunitarie che provocano poi l'infiammazione e l’arrossamento pelle.
Il succo di limone contiene l'acido citrico, che ha la capacità di rimuovere le cellule morte dalla superficie della cute: questo permette di avere una pelle più elastica e favorisce un più rapido rinnovamento cellulare. Dal momento che libera i pori, poi, l’uso topico di succo di limone aiuta anche a mantenere la propria pelle fresca e luminosa.
Qui di seguito sono elencate, passo dopo passo, alcune semplici indicazioni per utilizzare il limone contro i brufoli nel miglior modo possibile e limitando il rischio che insorgano spiacevoli effetti collaterali:
  • Detergere accuratamente la pelle
  • Spremere con un cucchiaino il succo di un limone in una piccola ciotola
  • Applicare un panno caldo e umido sul viso per dilatare i pori e prepararli al trattamento
  • Diluire il succo con un po’ d’acqua (nel caso soprattutto in cui dovesse bruciare troppo sulla pelle)
  • Usare un batuffolo di cotone per assorbire po' di succo per poi tamponare leggermente sui brufoli e sui punti neri
  • Lasciare agire per tutta la notte
  • Al mattino, lavare la pelle con acqua fredda
  • Applicare di nuovo, eventualmente anche sotto il trucco quotidiano
Importante: Se però il succo di limone dovesse risultare troppo forte perché lo si possa lasciare troppo a lungo sulla pelle, si può anche decidere lasciarlo in posa per 10 minuti e poi di risciacquare il viso con acqua fredda per permettere ai pori di richiudersi e impedire che vi si accumuli sporcizia. Una volta che si inizino a registrare i primi miglioramenti, che dovrebbero essere visibili già dopo circa 2 settimane, si può combinare il trattamento con l’uso di un detergente delicato a base di acido glicolico adatto per la pelle grassa.
E’ bene tenere a mente che il succo di limone, quando viene applicato su un brufolo, tende a dare una leggera sensazione di bruciore, sensazione che però non deve destare alcuna preoccupazione: se vale la norma generale in virtù della quale tutto ciò che provoca bruciore alla pelle non è indicato laddove siano presenti degli sfoghi di brufoli, in questo caso il discorso è differente. Il succo di limone, infatti, provoca un bruciore che al tempo stesso ha l’effetto di rallentare i processi infiammatori in atto, avendo di conseguenza un benefico effetto purificante sulla pelle.
Dal momento però che il succo di limone, anche una volta che sia stato diluito, può in alcuni casi essere irritante per una pelle che sia particolarmente sensibile, è sempre opportuno fare un test preventivo su una piccola porzione di cute per verificare che non vi siano risposte avverse.
Ci sono poi altre circostanze in cui non si dovrebbe usare questo tipo di soluzione per curare i brufoli: il succo di limone, infatti, non è indicato nel caso in cui si abbia una pelle dalla colorazione scura o nera, dal momento che questo tipo di carnagione contiene un alto numero di melanociti, ossia di quel tipo di cellule che determinano il pigmento della cute.
Il succo di limone stimola i melanociti a produrre gli antiossidanti che proteggono l’epidermide, processo nel corso del quale però anche il pigmento della pelle tende ad aumentare: è per questa ragione che l’uso di limone può spingere una pelle già naturalmente scura a scurirsi ancora di più ed a rimanere così per un periodo di tempo piuttosto lungo, e in certi casi anche in maniera permanente.
Questo processo di iperpigmentazione poi, com’è prevedibile, non può che essere ulteriormente aggravato da un’eventuale esposizione della pelle ai raggi solari: i principi attivi contenuti nel succo di limone, infatti, esercitano un’azione maggiore sui melanociti se vengono sollecitati dai raggi UV-A. Per questa ragione, se è vero che una pelle scura non brucia, essa tende a scurirsi più del dovuto se viene esposta alla luce solare dopo un trattamento con succo di limone.


ecco finalmente sono passati i 20minuti e posso dire che il risultato mi piace la pelle è asciutta e fresca.. 



Nessun commento:

Posta un commento

WINTER 2017: MUST HAVE

PASSWORD: fur, obviously ecological, but of any color, and in any form, this is a wonderful yellow coat long coat, a fuchsia fur coat, sabo...