17 luglio 2013

UN SOGNO..UN AMORE CHE DURA DA DICIASSETTE ANNI... NYC

Quando sei innamorato di qualcuno vorresti urlarlo al mondo..vorresti poter dire IO AMO QUELLA PERSONA con tutta la voce che ti resta in corpo... a me questo succede con una città.. La città in questione è NEW YORK... ero in quinta elementare quando stavamo studiando l'america.. arrivati agli stati uniti sulla pagina del libro c'erano raffigurate tre cose che catturarono la mia attenzione, la statua della Libertà l'Empire state Building e le Twin Towers .. i miei occhi erano stranamente felici di guardare quelle foto che mi incantai quasi.. ricordo che per le due settimane successive facevo domande su domande ai miei genitori alle mie insegnanti... Andai in edicola con mio padre e anzichè comprare il giornalino di Barbie come facevo sempre chiesi se aveva qualcosa che parlasse di NY.. c'era una rivista il titolo non lo ricordo ma ricordo che costava 8000lire perchè veniva dall'estero.. ricordo che non capivo niente di quello che c'era scritto ma c'erano 10 pagine di immagini..e io mi immersi totalmente in loro..
L'anno successivo alle medie inziammo a studiare l'inglese,prima alle elementari non si studiava, alla mia professoressa chiesi se a NY parlavano in inglese e quando lei mi disse di si...beh era la materia dove eccellevo..Cercavo ovunque potessi foto e informazioni su quella città che mi aveva stregato..

Perchè mi fossi innamorata di una città come NY non lo sapevo..sapevo solo che guardandola..il cuore batteva all'impazzata.. lo stesso anno lasciai perdere le "bambole" e mi tuffai nell'adolescenza con tutti i suoi pro e contro.. sul canale di MTV allora era ancora Telemontecarlo davano TRL e di tanto in tanto quelli di Milano trasmettevano qualcosa del TRL americano che era registrato a NY,MTV per me divenne come una droga perchè parlava di musica e dei miei cantanti preferiti e qualche volta quando raccontava le loro storie tipo quella di Mariah Carey o più avanti di Alicia Keys facevano vedere NYC..
Gli anni passavano ed io nel frattempo crescevo e con me l'amore per NY..nel 2003 mi sono trasferita a Milano,rispetto al paesino campano dove vivevo Milano per me era già una piccola NY ma senza grattacieli.. Andavo spesso e lo faccio ancora oggi alla mondadori dove vendono riviste da tutto il mondo.. ogni mese spendevo (e spendo) 20/30 euro per comprare VOGUE AMERICA, e tutte le riviste di moda oltre a quelle di viaggi dove si parla di NY, in dieci anni avrò comprato tipo cinque guide turistiche della mia NY..
Finalmente a marzo di quest'anno sono riuscita ad avverare il mio sogno..Il 27 marzo Milano-NYC.. avevo il batticuore..ero emozionatissima... arrivai a New York che li erano le nove di sera,ci volle circa un ora per uscire dall'aereoporto,i controlli dopo 11/09 erano triplicati e prendere le impronte a tutti i passeggeri che atterravano al JFK era un impresa..I taxi gialli fuori l'aereoporto mi stamparono un sorriso enorme sul viso.. ero lì ce l'avevo fatta...
Il taxi mi portò al Millenium Plaza che si trovava tra la 2nd avenue e la 44th street,usciti dall'aereoporto c'era un enorme stradone quasi buio illuminato in lontananza dalle luci della città..superato il Manhattan Bridge.. le luci diventano sempre più forti.. alzo la testa per scorgere i grattacieli..ed erano li.. le farmacie aperte fino a mezzanotte e le centinaia di persone ancora riverse per strada.. La tanta emozione però è stata sopraffatta dalla stanchezza...mi ritirai in albergo.. e che albergo marmi bianchi e neri con venature di verde...specchi e cristalli.. tutto estremamente bellissimo...la mia stanza era collocata al 32esimo piano... e da un lato affacciava sulla 44th street..e dall'altra sul fiume Hudson.
Il risveglio è stato stupendo perchè come nei migliori film americani sono stata risvegliata dal calore del sole sul mio viso.. Quando aprii gli occhi pensavo ecco che mi risveglio nel mio lettone a Milano..e quello che ho vissuto ieri sera era solo un sogno..invece quando mi guardai intorno vidi un enorme piumone bianco di fianco a me una lunghissima finestra con dei grattacieli che spuntavano in ogni angolatura..guardai fuori e giù c'erano già centinaia e centinaia di macchine gialle e gente che andava avanti e indietro per la città,tra me e me mi dissi ce l'hai fatta Mary sei a NY..sei a casa..e nel ripetermi per la terza volta questa frase una lacrima scese sul mio volto..
Credo di non essere mai stata cosi veloce nel prepararmi ma alle otto del mattino ero già per strada.. percorsi la 44th street passando per la 2nda avenue poi 3rd ave..Giusto a metà tra la seconda e la terza alzando gli occhi lo si vede in modo migliore il CRYSLER BUILDING bellissimo con la sua altezza inferiore solo all'Empire mi fermai in una caffetteria (no starbucks) ordinando un croissant e un cappuccino.. guardavo fuori esterefatta quelle persone che correvano quasi anzicchè camminare..sembravano di un altro mondo.. Quello era il mondo che ho sognato per 17anni.. Finito di fare colazioni ritornai in strada all'altezza di Lexington Avenue c'è la GRAND CENTRAL STATION...dovevo entrare ogni film su NY almeno in una scena la rende padrona.. Quando entrai sentivo di essere in un film..inizialmente comico..non riuscivo a camminare verso l'entrata perchè una folla continuava a mandarmi indietro.. poi quando entrai dove ci sono le due scalinate pensai ai film romantici/commedie romantiche come AMICI DI LETTO con JUSTIN TIMBERLAKE e MILA KUNIS..Dove lui per dirle che la ama e non riesce a stare senza di lei organizza un FLASH-MOB..cercai di visitarlam tutta registrando nella mia mente ogni istante..ogni secondo..
Quando uscii dalla Central Station..la gente sembrava triplicata.. di fronte a me Cipriani uno dei più famosi ristoranti al mondo.. la curiosità c'era ma solo l'idea che le più grandi celebrità li abbiano organizzato i loro matrimoni... ho pensato che un insalata mista mi sarebbe costa 18$ ahah qualche altra foto cosi da non dimenticare cose viste..e mi diressi verso Park Avenue.. Vetrine su vetrine...quasi da girare la testa.. il palazzo THE WALDORF ASTORIA uno dei tanti alberghi lussuosi della città.. con la sua enorme targa in oro..era magnifico..passai poi per il NEW YORK PALACE.. avete presente Gossip Girl?
Risalii un altra avenue..prima però mi fermai alla BAUMAN RARE BOOK.. infatti molto rari..e costosi..

Ho cercato per sei giorni di immagazinare tutte le immagini che passavano davanti ai miei occhi..
Il primo giorno è stato da esplorazione rapida per memorizzare indirizzi e cose da vedere..nei giorni seguenti Empire Central Park fifth avenue, e tutti i negozi possibili ed inimmaginibili... sono stata da Tiffany da Cartier Gucci Chanel e tantissimi altri..
Ho fatto anche  spese folli almeno folli per le mie tasche,però ne è valsa completamente la pena.. adesso non vedo l' ora di organizzare il mio nuovo viaggio a New York perchè quando ami qualcuno dopo il primo incontro non vedi l'ora di rivederlo..

xoxo
CoCo







Nessun commento:

Posta un commento

THE POWER TO BELIEVE IN YOURSELF.. THANKS ASHLEY

I've watched a dozen times the video where, Ashley Graham curvy model, has screamed several times in the world, how much you have to lo...